Pasta Frolla di Luca Montersino

La pasta frolla è una delle basi più usate per la pasticceria secca. Con questa base si possono realizzare gustosissime crostate, biscotti farciti, crostate di frutta ect …  Quest’impasto va lavorato poco e velocemente affinché il calore delle mani non la renda difficile da stendere e dura a cottura ultimata. Ecco la ricetta del grande pasticcere Montersino.

INGREDIENTI (per circa 1 kg di pasta frolla):

  • 500 gr di farina
  • 300 gr di burro
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 80 gr di tuorli
  • mezza bacca di vaniglia bourbon
  • 1 gr di sale
  • scorza di limone

PROCEDIMENTO:

Si parte dal burro che deve essere freddo di frigo. Per ammorbidirlo e renderlo lavorabile ci sono 3 metodi diversi:

  1. si lascia a temperatura ambiente per un paio di ore;
  2. si mette nel microonde per 1-2 secondi;
  3. si mette il burro tra due fogli di carta forno e poi si colpisce con il mattarello fino a che non diventa morbido.

Setacciare la farina e creare sul piano da lavoro una fontana. Al centro mettere lo zucchero, i tuorli, la scorza del limone e semi della bacca di vaniglia. Miscelare senza toccare la farina. Ora aggiungere il burro e miscelarlo ai tuorli schiacciandolo. Buttare nel mezzo la farina, pulendo le mani. Sfregare con le mani l’impasto e quando risulta bagnato iniziare ad impastare. Mettere l’impasto al centro di due fogli di carta forno e schiacciare fino ad ottenere una pasta sottile. Chiudere la carta forno a pacchetto e mettere in frigo a riposare per almeno 30 minuti. Una volta tolta dal frigo la pasta frolla risulta scagliosa e occorre rimpastarla con un pò di farina prima di poterla utilizzare.

Per la cottura in bianco occorre rivestire con la pasta frolla una teglia imburrata dal bordo alto, poi ricoprire la base con carta forno e fagioli secchi. Cuocere in forno a 170-180°C per 10 minuti, poi togliere i fagioli con la carta forno e continuare la cottura fino a che la pasta frolla non risulti dorata.

 

VARIANTI:

  • Invece del burro si possono usare olio extra vergine di oliva, margarina non idrogenata o strutto.
  • Per ottenere una pasta frolla più friabile occorre aumentare la parte grassa (burro o olio) mentre per ottenere una pasta frolla più croccante occorre aumentare la dose di zucchero.
  • Invece di usare la farina 00 si possono usare altri tipi di farine come la farina di kamut ad esempio.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...